HomeLista dei Desideri (0)AccountCarrelloCassa
£ $

Chi Siamo

Anno 2013

Con notevole ritardo rispetto ai tempi previsti ecco, a settembre,  la pubblicazione del sito completamente ricostruito. Sono molte le potenzialità che verranno completamente esaltate non appena saranno ultimate completate e riviste tutte le sezioni, alcune delle quali (Aceri Liquidambar Graminacee )ancora provvisorie e incomplete. Innazitutto centinaia di foto in più specialmente per quanto riguarda le hemerocallis, la possibilità di avere molte più foto per ogni varietà, così da rendersi conto della potenzialità di una varietà, inoltre la possibilità di correlare immediatamente altre varietà (genitori, ibridi figli, fratelli ecc) eventualmente citate nella descrizione o nella scheda dati che si sta consultando. Grafica interamente rinnovata, costruzione e struttura del sito impostata in modo diverso rispetto al precedente e tante altre nuove funzioni da scoprire navigando e consultando gli aggiornamenti che verranno pubblicati.

Tutto questo lavoro al seguito di una prima parte dell'anno difficilissima per me a livello personale, durante la quale, nonostante tutto, sono riuscito a costruire, rimodernare, riprogettare spazi in giardino a seguire una impegnativa e faticosa fase di ibridazione che sta comunque generando risultati incoraggianti e sorprendenti, nonchè molte altre iniziative, a testimonianza di una passione che, grazie anche ai continui stimoli apportati da clienti, amici, e appassionati, sta diventando sempre più una vera e propria ragione di vita.

Una buona nuova navigazione a tutti

Stefano Peroni. 

Messaggi anni precedenti

Anno 2012

All' inizio di una nuova primavera, che dà il via alla stagione giardinicola, viene da chiedersi quali traguardi ricercare, quali obiettivi porsi per il futuro, allo stesso modo si vuole verificare se si è sulla direzione giusta per quanto riguarda le mete ancora da raggiungere e allo stesso modo considerare molti aspetti delle situazioni precedenti.

Non sarebbe realista affermare ogni anno, come leggo spesso in certi siti d'oltreoceano, frasi che suonano più o meno così “questo è stato il migliore anno da quando siamo qui”, o perlomeno non sarebbe credibile se si ripetesse con toni trionfalistici lo stesso concetto ad ogni inizio di stagione: chi ha che a fare anche in minima parte, direttamente con la natura, sa bene quante variabili concorrano e quanto gli anni possano differire l'uno dall'altro.

Guardando alla stagione 2011 come un' annata pesante dal punto di vista meterorologico per la scarsissima quantità di precipitazioni protrattasi ben oltre i limiti “tollerabili”del mese di settembre e ottobre, (cosa che ha seriamente minato le doti di resistenza nervosa del sottoscritto), le performances delle colorazioni autunnali specialmente degli aceri giapponesi sono state eccellenti. Proprio nel periodo più spettacolare del mio giardino si è verificato l'evento più importante e prestigioso e cioè la visita del Sindaco e di alcuni componenti della Giunta Comunale locale, a testimonianza dell'attenzione e del riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni. Questa importante occasione, oltre che a fornirmi una enorme gratificazione ha rinforzato considerevolmente il mio impegno personale e di crescita e ha fornito ulteriori apporti nella ricerca di ulteriori eccellenze nel mio campo.


 


Uno degli obiettivi da ricercare, frutto degli stimoli ricevuti, sarà proprio la riconversione di una parte intera di giardino con cambiamenti sostanziali di forma e di progetto con la nuova sistemazione che proporrà una consistente messa a dimora definitiva di molte varietà di aceri giapponesi della collezione ormai troppo sacrificate nei contenitori.

La stessa area, comprendente la ormai famosa aiuola definita sperimentale, che comprende già alcuni tentativi di bordo misto, nonchè prove di accostamenti e associazioni varie, già notevolmente modificata nel 2011 pur in modo non definitivo, subirà un notevole nuovo impulso progettuale, volendo azzardare, ancora una volta, nuove idee di associazione, accostamenti, e prove e intuizioni varie.

La sfida più avvincente è senza dubbio quella di approfondire quelle piacevoli sensazioni ricevute personalmente da alcuni tentativi effettuati in precedenza con hemerocallis di vecchia e nuova generazione e confermate anche da pareri di semplici visitatori giardinieri ed esperti del settore. L'obiettivo è quello di creare per me stesso piacevoli ed elteriori emozioni ma al tempo stesso fornire linee guida, di spunto e di impostazione per i tanti amanti del giardino che ancora poco conoscono le potenzialità delle hemerocallis nei giardini italiani o che vorrebbero inserirle in contesti non prettamente monotematici.

Le direzioni di questi esperimenti sono quelli di dare una possibilità di accostamento a tanti tipi di colori, di forme di altezze, fermo restando alcune necessità di base, “consuete”, ormai, per un giardino come il mio, quale la presenza di tante varietà da sistemare per mancanza di spazio, il bisogno di averne alcune importanti a portata di mano, la possibilità di poter spostare o comunque manipolare a breve le piante nel caso fossero richieste per la vendita.

Ritengo quindi che nel corso di questa annata 2012 ci saranno molte novità in giardino, sia per gli ormai soliti visitatori che per i nuovi che arriveranno per la prima volta e sarà un piacere condividere le emozioni che il giardino trasmette.
 

Anno 2010

Sono passati poco più due anni dalla realizzazione di questo sito e i risultati, in termini di contatti e di apprezzamento, sono stati di molto superiori alle mie più rosee aspettative nonostante la pesante crisi economica mondiale.


In questo settore sempre più standardizzato, preconfezionato a modello consumistico è interessante rilevare che esiste un numero crescente di persone che si appassionano al giardinaggio, quello vero, e che vanno alla ricerca oltre che di piante diverse dal solito, del supporto necessario e di nozioni interessanti. Nonostante il livello del giardinaggio e soprattutto la cultura del giardinaggio italiano sia molto basso, il livello degli appassionati e la voglia di apprendimento stanno aumentando.

Fa molto piacere vedere persone che visitano il giardino dalle più svariate parti d’Italia affrontando spesso centinaia di Km con l’entusiasmo del vero appassionato, persone nelle quali rivedo le mie prime esperienze alla ricerca di piante introvabili nel nostro Paese sino ad una decina di anni fa, cosi come fa piacere ricevere visite di gruppi organizzati, associazioni e circoli di giardinaggio, sempre più numerosi. Altrettanto importante è vedere persone che, oltre alla fotocamera portano block notes per annotare nomi e varietà delle piante viste, così come sono gradite le visite di semplici persone curiose, di persone che probabilmente hanno altre idee del proprio giardino ma che, comunque, sono aperte al confronto e che portano la loro esperienza personale.

Molte varietà presenti nelle mie collezioni specialmente di Liquidambar ed Hemerocallis sono ancora difficili da reperire in Italia per l’amatore e le tante richieste e l’entusiasmo degli appassionati mi hanno spinto ad approfondire la parte “vivaistica” e destinata alla riproduzione delle piante per la vendita e tutto ciò ha comportato un aumento degli sforzi fisici, economici e di tempo sottratto al giardino e alle risposte alle tante domande.

La responsabilità che è derivata, a fronte di tante richieste, mi ha spinto quindi alla ulteriore realizzazioni di questo sito che pur mantenendo volutamente una veste grafica simile alla precedente dovrebbe facilitare ulteriormente l'uso di molte funzioni al visitatore. Sono state aggiunte alcune diverse centinaia di foto, verranno aggiunte nuove sezioni alle precedenti e, tempo permettendo, verranno integrate le schede di molte piante descritte attualmente in modo sommario. 
 

Lungi da me, comunque il desiderio di subordinare la passione alla vendita, il giardinaggio al puro e semplice commercio ma di integrare le cose a beneficio sia del cliente che del giardino stesso. Proprio in questa direzione sono aumentate nel frattempo le varietà di piante delle collezioni di Liquidambar, sono state incrementate le varietà di graminacee ornamentali, i test  varietali, le prove di associazione ed abbinamento e soprattutto è stata mantenuta al top la collezione di Hemerocallis con nuovi arrivi delle migliori varietà presenti sul mercato mondiale. L’ibridazione di queste ultime, poi, sta iniziando a dare i primi risultati molto interessanti per i quali occorrerà verificare sul campo l’effettiva bontà delle piante selezionate, anche se, le emozioni ricevute dalle schiusure dei primi fiori di questi miei nuovi ibridi non hanno bisogno di ulteriori test dato che sono ormai una vera e propria ragione di vita! 

Tanto lavoro, quindi, sia in giardino che a livello organizzativo ma anche tante soddisfazioni personali, dirette e o indirette arraverso la corrispondenza via telefono e - mail. Difficile descrivere le belle sensazioni che si provano quando alcuni clienti anche dopo mesi dal loro acquisto scrivono per raccontare il comportamento delle (ormai loro) piante, oppure raccontano anche solo dopo pochi giorni quanto siano forti le emozioni nel vedere crescere le foglie delle hemerocallis; tutto questo è di grande stimolo per me ed è una delle molle che spinge a continuare ed incrementare una passione, ormai divenuta un lavoro, pertanto invito ancora a scrivere e a comunicare attraverso e-mail.

Buona navigazione e buon giardinaggio

Stefano Peroni

Messaggio di benvenuto della prima versione del sito: settembre 2007 

La passione per le piante ornamentali ha dato un consistente cambio di direzione alla mia vita e alle sue abitudini. Le piante viste come opere d' arte, i loro mutamenti come emozioni da percepire, la voglia di godere giorno per giorno dello spettacolo della natura mi ha stimolato a trasformare una porzione di terreno dell'azienda agricola di famiglia a giardino. Il sogno era quello di realizzare un giardino in cui ogni giorno dell'anno si potessero avere emozioni nuove e diverse, particolari da osservare e da gustare.
 
 
 
 La ricerca di varietà di piante difficili da reperire nei canali commerciali ormai standardizzati  mi ha portato a realizzare collezioni molto importanti a livello nazionale soprattutto di aceri e liquidambar.

Un capitolo a parte va poi dedicato alla infatuazione per le nuove varietà di hemerocallis. Lo studio, la ricerca e l'ibridazione delle più recenti introduzioni mi hanno spinto in pochi anni a compiere passi e coprire distanze per me inimmaginabili qualche tempo fa.

Attualmente la mia collezione di hemerocallis vanta novità assolute a livello nazionale e consta di un gran numero di varietà molto difficili da reperire sui mercati europei e americani.
 

Molto di tutto questo è praticamente sconosciuto alla maggior parte degli addetti ai lavori, soprattutto in Italia. Proprio  questo motivo ha incoraggiato l'ultimo atto della mia passione iniziando la realizzazione  di questo sito con lo scopo principale di ampliare e diffondere le mie esperienze. 

In questo sito troverete diverse sezioni relative alle collezioni più importantii. Gli elenchi e soprattutto le descrizioni delle singole varietà saranno completate nel minor tempo possibile compatibilmente con la mole di lavoro che comporta inserire più di 560 cultivar, nel caso delle hemerocallis, 20 per i liquidambar e oltre cento per gli aceri.

Alcune piante propagate in azienda in eccedenza sono messe in vendita. In ogni caso l'intera  collezione è stata inserita nel sistema a carrello ma ciò non significa che tutte le varietà siano disponibili, anzi, non essendo vivaista di professione, anche le  varietà disponibili lo sono in numero estremamente limitato. In ogni caso per quanto riguarda le cultivar in elenco non si tratta di future disponibilità o di acquisti eventuali da terzi: esse sono realmente presenti nella collezione. Consiglio anche  di leggere attentamente tutte le sezioni relative alla vendita.

Come noterete molto spazio è stato dedicato alle tecniche e ai risultati, ai giudizi critici e alle informazioni utili per chi vuole sapere qualcosa in più. Credo che la comunicazione e lo scambio di opinioni e di esperienze, così come le visite dirette in giardino valgano più di ogni altra cosa, specialmente per chi non si accontenta più di comprare o scegliere piante a caso ma vuole giustamente comprendere e conoscere ulteriori informazioni. Vorrei privilegiare soprattutto questo aspetto in futuro, un pò misto tra un sito e un blog, invitando per ora, chiunque abbia interesse e curiosità  a  contattarmi personalmente o a lasciare un commento, per condividere il fascino e la bellezza delle piante.

Ringrazio tutti coloro che finora hanno sostenuto questo progetto con il loro apporto morale  e tutti quelli che continueranno a farlo.

Buona navigazione.

Stefano Peroni